Ecco I Primi Segnali Che Ci Avvertono Che Il Livello Di MAGNESIO Nel Sangue È BASSO (NON TRASCURATELI!)

Avete mai sentito parlare di bassi livelli di magnesio nel sangue? Forse no, eppure è un grosso problema. Andiamo a capire perché. Le nostre cellule lavorano svolgendo ognuna il suo compito e poi comunicando tra loro attraverso delle scariche elettriche.

Il magnesio è il minerale che viene utilizzato da ogni cellula del nostro corpo come conduttore di elettricità. Se ne abbiamo poco è ovvio che le nostre cellule non comunicheranno in modo efficace.

Ecco dei segni che possono essere premonitori di un basso livello di magnesio nel sangue:

Ansia, irritabilità e depressione;
Coaguli di sangue;
Livelli di zucchero nel sangue sballati;
Contrazioni del viso;
Fatica cronica;
Problemi cardiaci;
Insonnia;
Crampi alle gambe;
Bassa pressione sanguigna;
Emicrania;
Nausea e vomito;
Osteoporosi;
Poca memoria, confusione e difficoltà di apprendimento.
Il magnesio nei diabetici
Le persone con diabete di tipo 2 hanno bassissimi livelli di magnesio. Diversi studi hanno provato che l’aumento dei livelli di magnesio (la dose raccomandata per gli adulti è di 400 mg al giorno) aiuta non solo a regolare i livelli di zucchero nel sangue, ma anche la secrezione di insulina da parte del pancreas e quindi a contrastare l’insorgenza del diabete.

Le concentrazioni insufficienti di magnesio si traducono in una attività tirosin-chinasica difettosa, che causa un peggioramento del diabete nei pazienti già affetti da questa patologia. La carenza di magnesio si può esplicare in emicrania cronica a causa dell’inefficacia dei neurotrasmettitori e della contrazione dei vasi.

Magnesio e depressione
Le persone che soffrono di depressione hanno bassi livelli di magnesio. Il cervello produce ormoni che regolano l’umore. Uno di questi è la serotonina, che contribuisce pure al ciclo del sonno. Una concentrazione di magnesio inadeguata ritarda la produzione della serotonina, spesso con conseguente depressione, ansia, irritabilità ed insonnia. Alcuni antidepressivi funzionano meglio all’aumentare della serotonina, quindi del magnesio.

fonte:www.panecirco.com

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*