I 10 cibi che bruciano piu’ calorie.

Mela, asparagi, tacchino e non solo: ecco la lista degli alimenti che, secondo la nutrizionista americana Daisy Connor, aiutano a smaltire i chili di troppo e sono perfetti in qualsiasi regime alimentare.

Accantonati i bagordi festaioli iperenergetici di Pasqua e pasquetta, per molti, all’indomani dell’ultima occasione ‘comandata’ dalla tradizione come zona franca per i peccati di gola, l’obiettivo “remise en forme” diventa il chiodo fisso per il quale rifuggire le tentazioni gastronomiche in vista della bella stagione.

E proprio per aiutare nel perseguimento del faticoso scopo, può essere utile tenere sotto mano la lista dei cibi cosiddetti ‘guilt free’ che liberano dai sensi di colpa e addirittura fanno dimagrire, segnalata dalla nutrizionista Daisy Connor e proprosta dal Dailymail per la sua capacità di riferirsi ad alimenti che sono poco calorici e anche in grado di bruciare più del loro apporto calorico.

È vero che non saranno golosi come la cioccolata o il salame, ma vale la pena considerarli per quelle che, a detta dell’esperto, sono delle prodigiose proprietà nutrizionali.

– Mela. Non a caso il proverbio la celebra come un alimento talmente miracoloso da tenere a distanza il medico, compreso il dietologo, ma per essere efficace come cibo negativo deve essere rigorosamente verde. Il valore aggiunto di questo frutto sta nell’abbondanza di fibre alimentari che regalano un senso di sazietà e bruciano i grassi. Insomma, quelle 52 calorie che rilasciano un etto di mele non devono far sentire per nulla in colpa. Anzi.

– Cetriolo. Non ha il solo pregio di contenere 16 calorie per 100 grammi, ma in più riduce i livelli di infiammazione ed è ricco di vitamina C e acido caffeico che aiutano a prevenire la ritenzione idrica.

– Asparagi. Godono di proprietà disintossicanti grazie alle note proprietà diuretiche e sono una vera panacea per la gravidanza. Ma questo ortaggio è un vero scrigno di nutrienti benefici e viene chiamato in causa nella prevenzione delle patologie più differenti, grazie al potere antinfiammatorio e antiossidante. E vale la pena rimarcare che un etto di asparagi equivale a malapena a 20 calorie.

– Cavolfiore. Con le sue 25 calorie all’etto, è ricco di vitamina C e vitamina K, non ha grassi, è un’eccellente fonte di fibre e ha anche il pregio di essere sufficientemente gustoso da poter essere consumato da solo. Infine aumenta il ritmo metabolico.

– Sedano. Per un etto le calorie ingerite sono sedici, ma quel 75 per cento di acqua da cui è composta questa verdura significa che a mangiarla se ne bruciano molte di più di quelle che si ingeriscono. Senza contare che il sedano è fatto anche da un restante 25 per cento di fibre e che è ricco di sodio e potassio.

– Tacchino e pollo. Uno contiene 145 all’etto, l’altro 172, ma la loro migliore qualità è data dal fatto che, essendo fonti di proteine, costringono il sistema digestivo a lavorare più duro.

– Pomodori. 18 calorie all’etto, vitamina C e licopene (antiossidante) a volontà ne fanno un prezioso amico della salute, prima ancora che della dieta. Il pomodoro viene considerato importante nella prevenzione di ictus e attacchi cardiaci grazie alla sua efficacia contro il colesterolo e la pressione alta. L’acido citrico infine stimola la produzione di succhi gastrici e aiuta il metabolismo. Ricco d’acqua, povero di grassi, è saziante e nutriente. E non a caso lo si trova in quasi tutte le diete.

– Papaya. Con un etto si acquistano 43 calorie, ma soprattutto la papaya combatte la stitichezza e aiuta a mantenere il colesterolo sotto controllo. Ricca di fibre e di sostanze antiossidanti contiene grandi quantità di vitamina A, C ed E che, rinforzando le pareti arteriose, sono preziose per la circolazione. Gli zuccheri contenuti in questo frutto velocizzano il metabolismo favorendo la combustione delle calorie.

– Peperoncino. Vanta un apporto calorico di circa 40 calorie per ogni etto, ma soprattutto brucia, in tutti i sensi. Contenenti capsaicina, i peperoncini hanno infatti la capacità di aumentare il metabolismo, che a sua volta induce il corpo a bruciare più calorie, subito dopo che vengono ingeriti.

– Caffè. L’apporto calorico è di due calorie, a patto che non si corregga con zucchero o altro. Dunque il caffé nero è uno dei pochi ingredienti che si possono considerare a zero calorie. Non si tratta in questo caso di una sostanza sempre amica della salute poiché a dosi eccessive può essere di nocumento al cuore, ma preso così senza aggiunte ha uno straordinario potere di stimolo nella combustione dei grassi.

fonte:www.today.it

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*