Riflessioni di un padre sulla televisione

Guardo mio figlio davanti alla tv e rabbrividisco…
I media riescono a trasformare in gossip anche l’argomento più serio ed importante ed allo stesso tempo ci inculcano le loro finte nozioni.
Parola d’ordine? Vendersi e vendere.
Ci bombardano in continuazione facendoci credere di aver bisogno di questo o di quell’altro, allontanandoci dai veri valori della vita.

Attraverso le loro domande ambigue e tendenziose, fanno apparire chi esprime un’opinione nei confronti di un arabo in antimusulmano, chi lo fa nei confronti di un ebreo diventa un antisemita..
E intanto ci mettono addosso la paura del diverso, di tutto ciò che non è familiare, di chi non è simile a noi.

Ma chi siamo noi?
Ci stanno massificando, ci vogliono trasformare in tante docili pecore.
Vero direte voi! Mi direte mica hai scoperto l’acqua calda.
I più progressisti, i più informati di noi mi potranno anche prendere in giro per il pessimo tempismo delle mie considerazioni.
Ma chi di noi rimane un intero giorno senza guardare la televisione? E una settimana? È un mese??
La nuda e cruda verità è che non lo facciamo.

E soprattutto non lo fanno i nostri figli…

Ormai da anni e anni il televisore è il sottofondo delle nostre case, delle nostre vite.
E non mi dite:” io guardo solo il palinsesto, la guardo in modo intelligente”, perché le leggi votate in Italia durante l’ultimo mese non le conosce quasi nessuno, chi va sull’isola dei famosi invece lo sappiamo tutti.
Allora faccio appello a tutti quelli che come me vorrebbero un mondo migliore dove fare crescere i propri figli, a quelli che amano la libertà di pensiero(quella vera), di giorno in giorno proviamo a tenere spenti i nostri televisori mezz’ora in più, per due,cinque,dieci giorni.

Leggiamo una favola in più ai nostri bambini, giochiamo di più insieme a loro piuttosto che metterli davanti al televisore.
E forse, domani non ci sentiremo più rispondere è vero perché l’hanno detto in televisione…

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*